Turin. Niente più parcheggi interrati che distruggono le memorie storiche

Ora lo possiamo dire… abbiamo vinto!
È finalmente arrivata la buona notizia, il parcheggio di corso Marconi non si farà! La giunta comunale, che ringraziamo vivamente, ha deliberato la non realizzazione dello scellerato progetto perpetrato dall´ex-assessore alla viabilita Lubatti. Un grazie a tutti gli agguerriti abitanti di San Salvario e non che hanno dato il loro sostegno per salvare corso Marconi. A presto i festeggiamenti!
Comitato Salviamo Corso Marconi, 26.9.2017

Corso Valentino

Il Viale del Valentino (Lèja dël Valentin, XVII Secolo) – il cui nome è oggi snaturato e banalizzato in uno dei tanti “corso Marconi”, non subirà lo scempio definitivo.

Lo ha annunciato il vice-sindaco Guido Montanari: «Diamo seguito alle proteste degli anni passati da parte dei comitati di cittadini, la nostra giunta non ritiene utile avviare cantieri nelle aree storiche della città».

Nemmeno gli scriteriati progetti di parcheggi interrati in piazza Lagrange e alla Gran Madre (sembra incredibile, eppure è così!) avranno seguito.

Dopo decenni caratterizzati dalla sistematica distruzione di cospicue memorie storiche torinesi, in superficie e nel sottosuolo, che hanno fra l’altro consegnato le opere pubbliche della città alla malversazione e alle speculazioni, questa volta si è compiuto un concreto passo avanti.

Non resta ora che sperare e attivarsi affinché i problemi amministrativi della Capitale del Piemonte non debbano dipendere dalle concessioni ai supermercati. E si facesse una legge come per “Roma Capitale”?

Corso Marconi

Una delle numerose proteste dei Torinesi in questi anni (Comitato Salviamo Corso Marconi)

Powered by WordPress | Deadline Theme : An Awesem design by Orman