Turin, 3 Marzo: diritto di tribuna per Gioventura Piemontèisa per l’esposizione del Drapò piemontese

La Legge Regionale n. 15 del 31.5.2004 prescrive che su tutto il territorio della Regione Piemonte la Bandiera piemontese debba essere esposta «all’esterno delle sedi dei consigli provinciali, di comunità montana, comunali e circoscrizionali; all’esterno degli edifici scolastici; […] ogni volta che vengono esposte le bandiere della Repubblica italiana e dell’Unione europea […]» (art. 7), che essa non debba essere «esposta in cattivo stato d’uso» e, dopo il tramonto, venga «adeguatamente illuminata» (art. 8).

Sul territorio della Città di Torino tali disposizioni sono da anni sistematicamente disattese, al punto da fare ipotizzare una deliberata volontà di nascondere i simboli storici dell’identità piemontese della Città.

Come risulta dalla documentazione raccolta, nella maggior parte dei casi la bandiera del Piemonte è assente; in taluni altri casi la bandiera del Piemonte viene esposta in modo inadeguato (logora, sulla medesima asta insieme con altre bandiere) oppure sostituita dalla bandiera storica di Torino (croce bianca in campo azzurro con i tori rampanti).

Per ovviare a questa anomalia, a causa della quale la Città di Torino pare volere dimenticare la propria piemontesità, Gioventura Piemontèisa ha promosso una raccolta di firme, in seguito alla quale oggi le viene concesso un Diritto di Tribuna, prima che la proposta approdi in Commissione.

Appuntamento martedì 3 Marzo 2015 alle 11,30 a Palazzo di Città, dove i promotori illustreranno i dettagli della proposta.

Civico20News

Per informazioni scrivere a: giovpiem@yahoo.it

 Turin: Bandiera piemontese | Chiusa la petizione per il ritorno del Drapò sugli edifici pubblici
 Torino Today, 4.10.2013
 DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA: L’identità “svaccata” del Comune di Torino. Tutto pur di nascondere il Drapò dei Piemontesi

Powered by WordPress | Deadline Theme : An Awesem design by Orman