«Rivogliamo i cartelli NOARA» | Chiusa la raccolta delle firme

Aggiornamento 5 Febbraio 2014

Oggi abbiamo consegnato all’ufficio protocolli del comune di Novara la petizione contenente ben 388 firme! Un grazie grande a tutti.

Ora aspettiamo che la mozione venga messa all’ordine del giorno.



Il gruppo Rivogliamo i cartelli “NOARA” è nato per presentare una petizione in Comune per ripristinare detti cartelli. Per questo è necessario raccogliere firme di Cittadini Novaresi…  se vi fa piacere partecipare potrete farlo (ricordando di portare con voi documenti validi e di avere la cittadinanza in città)tutti i giorni presso il supermarket Vegé in via della Rizzottaglia 3.

Ringraziandovi in anticipo, vi ricordiamo che può essere cosa MOLTO utile il rilanciare questo invito ad amici e conoscenti.

«Rivogliamo i cartelli NOARA»  [link]

 LOCANDINA .PDF DA SCARICARE E ESPORRE

Modulo .PDF per la raccolta delle firme

Questo gruppo è nato per raccogliere i malumori di quelle persone che si sono sentite indignate dal comportamento del loro primo cittadino, il quale  ha rimosso i cartelli all’entrata della città scritti in dialetto novarese. Questo gruppo inoltre, sostiene la valorizzazione della parlata locale. L’azione prosegue in consiglio comunale e nella raccolta firme, per potere riottenere i cartelli e per sensibilizzare l’importanza della tutela della lingua piemontese nella sua derivazione novarese.


Mozione in novarese in Consiglio comunale

2.12.2013 Amici!  la mozione è stata depositata questa sera in consiglio comunale da parte di Isabella Arnoldi. È stata presentata in italiano e in dialetto. Partirà un comunicato a mezzo stampa per rendere noto a tutti le nostre intenzioni di ripristino della toponomastica e dello sviluppo della tutela della nostra parlata. Seguiteci, perché avrò bisogno di voi nel prossimo mese per raccogliere le firme. Vorrei che attivassimo una forma di sostegno reciproco, cioè che ognuno di voi si prenda l’impegno di portare più firme possibili. Ne servono 300, ma noi ne vogliamo portare molte di più.  Solo con il vostro aiuto questo sarà possibile. Man mano vi dirò come fare.

Da domani ufficialmente possiamo raccogliere le firme. Ogni firma dovrà essere seguita dai dati della carta d’identità e/o patente di guida. Solo i RESIDENTI della città potranno firmare.

Io sono disponibile negli orari di apertura del mio negozio, in via Rizzottaglia n°3.

Chi vuole darmi una mano venga pure a prendere i fogli in bottega. Oppure ve li porto io. Contattatemi che troviamo il sistema. FORZA! DIAMOCI DA FARE!

Elisabetta Silvestri

_____________________________________________________

Comunicato stampa

Isabella Arnoldi, Consigliera comunale a Novara, e Elisabetta Silvestri, coordinatrice del Gruppo «Rivogliamo i cartelli NOARA»

Una mozione ed una petizione per valorizzare la parlata locale, il “dialetto” Nei giorni scorsi il gruppo “Per Novara” ha depositato in consiglio comunale una mozione, tradotta anche in dialetto, che, partendo dalla vicenda della rimozione dei cartelli con la scritta “Noara” messa in atto dal Sindaco Ballare’, propone una serie di iniziative per la valorizzazione della parlata locale.

La mozione, realizzata grazie al contributo di personalità che fanno parte del mondo culturale cittadino che in più occasioni hanno avanzato proposte in tal senso (in particolare i soci de l’Academia dal Rison) è accompagnata da una petizione popolare che ne riporta il testo e che verrà presentata in consiglio. “Abbiamo presentato questo documento volutamente senza simboli di partito – dice la consigliera Isabella Arnoldi (Gruppo misto Per Novara, insieme ai colleghi Daniele Andretta e Pietro Gagliardi) – proprio per significare come la questione sia da considerarsi patrimonio di tutti e non solo di una parte politica. Ritengo sia fondamentale partire da questo, anche perché altrimenti si commetterebbe il medesimo errore di valutazione che a mio avviso ha commesso il Sindaco di Novara Andrea Ballare’ e che non vogliamo ripetere. Le proposte contenute nella petizione d’altra parte si riferiscono ad un progetto di valorizzazione della parlata locale che l’Academia dal Rison ed altre associazioni avevano già avanzato, anche in occasione degli Stati Generali della Cultura che si svolsero a Novara nel 2010”.

Di questo fanno parte iniziative come il posizionamento di cartelli bilingue accanto alla toponomastica italiana ora presente, la costituzione di un gruppo di esperti che proponga una grafia unificata per la parlata della città di Novara, l’istituzione di premi letterari uno dei quali intitolato ad Enrico Tacchini, la costituzione di una scuola di teatro e di corsi di parlata locale, l’istituzione di una borsa di studio per tesi universitarie che abbiano quale oggetto il “dialetto”, la realizzazione di registrazioni di testimonianze sugli usi e costumi novaresi attraverso stage formativi, la riedizione di testi di autori locali oggi non più reperibili.

“I promotori della petizione – prosegue Arnoldi – che hanno realizzato un gruppo su Facebook intitolato proprio “Rivogliamo i cartelli Nuara”, hanno voluto opportunamente cogliere l’occasione per proporre una serie di iniziative mirate, nella consapevolezza che la questione della valorizzazione della parlata locale non si risolve solo con il posizionamento di un cartello, ma con una serie di interventi a tutela del patrimonio storico e tradizionale cittadino”.

Le firme si raccolgono nel negozio Vegè di Via Rizzottaglia 3 e nel periodo natalizio in altri punti che verranno di volta in volta comunicati

A tucc ij Noarés: «Rivogliamo i cartelli NOARA»: 7 – 8 – 9 gennaio 2014 appuntamento con la raccolta delle firme presso il Bar Paradise di Via Greppi dalle 17 alle 19 dei giorni 7 – 8 – 9 gennaio. Oppure tutti i giorni presso il supermarket Vegé in via della Rizzottaglia 3.

Powered by WordPress | Deadline Theme : An Awesem design by Orman