Castello di Frinch: un giorno nero per l’intelligenza | La distruzione continua: alla malafede ora si aggiunge la stupidità

A Frinch /Frinco sono entrati con le schiacciasassi e hanno spianato le macerie. La torre di vedetta è stata distrutta, i mattoni antichi sono diventati una strada di accesso per i ladri. Animali.
2.8.2014

28.3.2014: ‘Il castello di Frinco cade a pezzi. Si intervenga prima che sia troppo tardi!’
 La storia piemontese in briciole
 Il crollo di Frinch / Frinco | Come si è arrivati all’emergenza

.
Sui social, oggi:

  • A.E.P: Ultime pessime e inaccettabili notizie: hanno distrutto tutte le macerie, passando con schiaccia pietre, utilizzando le macerie hanno creato una strada per entrare e fare del materiale contenuto nel castello, quello che vogliono. E’ indegno!
  • Gioventura Piemontèisa: Dësfendoma ‘l Piemont dai “piemontèis” arnià, bastard e traditor! […]
  • M. P. : «è vero abbiamo appena visto con B. , in più e pieno di mezzi pesanti e hanno creato una nuova crepa bella grande sulla casa alla fronte di chiesa e con il vetri di chiesa rotti».
  • E.S.: o mama! Ma non dovevano agire così!
  • N.G.: ma quei mattoni sono una parte del castello crollata? […] invece di usarli per un restauro…. ma le belle arti dove sono? solo sempre a c… la m… quando non servono!
  • E.S.: hanno buttato via un patrimonio.
  • Gioventura Piemontèisa: Ecco cosa scrive l’i…: «Oggi (finalmente !) sono cominciati i lavori di rimozione delle macerie del castello ! Un’altro piccolo passo verso la normalità …. #fareperfrinco — presso Dove Se Non A Frinco Beach !». M… h… […]
  • E.S.: ma sono veramente stupita dell’incapacità di questa persona e di chi accanto a lui non l’abbia consigliato meglio.
  • Gioventura Piemontèisa: Chi si somiglia si piglia…
  • L.F.: sono allibito! già era vergognoso che si fosse arrivati al degrado ed al crollo, ma questo poi…
  • F.S.: Bòja pluch! Belessì an Inghiltèra, l’han 4 ròch e a-j fan sautà fòra ‘d travaj për un pais intrer! Un cit museo, ël cafè, ël negòsse dij souvenirs... Ma ‘l sindich l’é un … o l’é …?
  • Gioventura Piemontèisa: Chi ch’a comanda a l’é ‘l vicessìndich, ch’a ‘l l’é.
  • F.S.: […] Sto F… G…, vardandlo ‘nt ël profil ‘d fb a ciarla circa Frinco beach… Ma l’ùltim antërvent a l’é dël 29 ‘d Magg… As vantava che ël castel l’era mej ‘d col ëd Seto… Fermeve nen. Andej denuncialo per incuria. B…!
  • Gioventura Piemontèisa: Le dnunsie për col castel a son ëd desen-e. Ël problema a l’é cost pais “diversamente di cioccolata” ch’a l’é l’ «italia» […]
  • G.B.B.: Vergogna!
  • G.D.: non è possibile…
  • C.Z.: No, animali no, gli animali sono più intelligenti.
  • F.F.: Che orrore!
  • T.P.: Che vergogna… Non ho parole! 
  • Vittorio Vb Bertola: Sulla vicenda del castello di Frinco abbiamo presentato anche una interrogazione parlamentare, grazie ad Alberto Airola – Movimento 5 Stelle. Ma lo Stato sembra tifare per la distruzione definitiva dei nostri monumenti storici…
  • […] F.C.: roba da … tutti i responsabile degli ultimi 50 anni senza neppure un’indagine… TUTTI!
  • […] 
  • P.M.:  All’idiozia non c’è limite !
  • S.S.: gli animali non farebbero cose così 
  • F.M.: A venterìa passeje ansima a soe teste ëd tòla con la sgnacaròch!
  • E.F.: sono dei delinquenti
  • Gioventura Piemontèisa: Venduti agli italiani: hanno fatto la pizza con la nostra storia. […] 
  • P.E.C.: Ma coma ch’as peul, mi i capisso pròpi nen. J’animaj a son nen da ofende: lor a l’avrìo nen fàit lolì. A l’é l’òm ch’a l’é guastà fin-a la miola…
  • Gioventura Piemontèisa: È un paese di minus habentes. Cadrà loro il castello in testa, e starà loro bene.
  • G.C.: Raccapricciante.
  • Gioventura Piemontèisa: In qualsiasi paese al mondo, anche il più arretrato dell’Africa, tutto ciò non sarebbe stato nemmeno immaginabile. La realtà è che le istituzioni italiane perseguono il deliberato fine di cancellare l’identità piemontese.
  • G.C.: La cosa demenziale del sistema italiano è che se un povero tapino vuole piantare un chiodo in un edificio storico prima deve compilare mucchi di scartoffie in triplice copia con firme, controfirme, bolle papali e altro ancora; qui, invece, si assiste alla fiera dell’imbecillità al gran completo, dove ognuno fa ciò che gli pare, demolisce il tetto, sbriciola le macerie, aggrava la situazione e nessuno muove un dito per impedire che un intero castello venga giù. Nel mentre, il poveraccio che vuole piantare un chiodo è ancora lì, che compila mucchi di carte per compiacere la Sovrintendenza. Italia: paese del c…
  • G.C.: Cade un muretto a Pompei e piovono soldi… da noi piovono disgrazie… (per non parlare del livello culturale dei nostri politici con “curriculum faraonici e zucche vuote”)
  • Cultura all’italiana: macerie del castello di Frinco, crollato a causa dell’incuria e dell’imbecillità dell’amministrazione, spianate con lo schiacciasassi. Secoli di storia ridotti in polvere. E sì che il Monferrato è nell’Unesco. E sì che il castello di Frinco ha una storia secolare. Ma in itaGlia non sanno nemmeno cosa sono cultura, storia ed arte. Agli italioti piacciono le colate di cemento, i capannoni che deturpano il paesaggio, le palazzine abusive. Italia: paese del cazzo. Sindaco e giunta di Frinco: animali.
  • Giòrs Caval Comunque tutti si indignano quando si parla di vendere il patrimonio pubblico… io penso che vendere castelli e aree naturali o paesaggistiche a privati stranieri sia meglio che lasciarli allo stato italiano. Tutto è meglio che lasciato nelle mani degli italiani. Cialtroni.

Powered by WordPress | Deadline Theme : An Awesem design by Orman